La Venere di Berenice

Blog- Guida all'abito da sposa

Blog - Guida all'abito da sposa

Conservare l’abito da sposa: come fare per non rovinarlo

Conservare l’abito da sposa: come fare per non rovinarlo
Guida all'abito da sposa

Ti è costato denaro e fatica indossare l’abito dei tuoi sogni per le tue nozze e ora, ovviamente, vuoi conservarlo al meglio senza rovinarlo. Ecco come conservare l’abito da sposa correttamente

Oltre ai regali, i ricordi, le foto, quello che rimarrà del tuo grande giorno sarà anche il tuo stupendo abito da sposa. Un abito tanto prezioso che vorrai sicuramente conservare nel migliore dei modi, per non vederlo distrutto dal tempo.

L’abito nuziale sarà sempre uno dei tuoi ricordi più belli, in cui sono racchiuse tutte le ansie, le gioie, le lacrime, le risate e le fortissime emozioni di quel giorno tanto importante. Ti diamo qualche dritta su come conservare l’abito da sposa.

Come si conserva l’abito da sposa correttamente

Per preservare le emozioni del tuo grande giorno si comincia dall’abito da sposa, tuo compagno d’avventura, desiderato e ottenuto con sacrificio di tempo e denaro. Conservarlo come una reliquia e preservarlo dal passare degli anni si può. Ecco qualche consiglio per farlo al meglio.

Goditi l’abito il più possibile

La prima regola è quella di goderti la festa, non pensare al vestito! Divertiti, sporcati, ogni macchia sarà un ricordo del tuo matrimonio, ci penserai poi a pulirlo. È un grosso errore passare l’intero ricevimento ingessata per non sporcare o rovinare l’abito. Goditelo fino alla fine!

Portalo subito in lavanderia senza aspettare

Il passaggio fondamentale per far tornare perfetto il tuo abito da sposa, dopo una giornata di bagordi, è quello di portarlo subito in una lavanderia di fiducia, senza aspettare troppo tempo, rischiando che le macchie eventuali si fissino per sempre sul tessuto. Se non puoi portarlo di persona perché devi partire per il viaggio di nozze, incarica qualcuno di farlo al posto tuo. Per essere sicura, chiedi all’atelier dei consigli su come lavare al meglio l’abito senza rovinarlo e assicurati che la lavanderia sia in grado di prendersi cura di un vestito così delicato.

Riponilo in armadio

La soluzione migliore per conservare il tuo abito, dopo averlo ritirato dalla lavanderia, è quello di riporlo in armadio, meglio se in una parte esterna, così da non darti mai fastidio. Coprilo con un telo di cotone, così da proteggerlo dalla polvere e dalla luce, facendolo allo stesso tempo respirare. Usa una gruccia imbottita.

Conservalo in una custodia adatta

Solitamente, ogni atelier ti consegnerà il vestito in una custodia. Solitamente, però, questa custodia serve solo al trasporto del vestito ed è in plastica, un materiale per nulla adatto a conservare il tuo abito da sposa per molto tempo. Si rischia, infatti di scolorirlo e ingiallirlo perché non riesce a respirare come dovrebbe. È molto meglio avvolgere semplicemente l’abito in un lenzuolo o una tela bianca di cotone.

Conserva l’abito da sposa in una scatola capiente

Un’altra soluzione per conservare l’abito da sposa è quella di riporlo in una scatola di stoffa o cartone, abbastanza grande da contenerlo comodamente senza sgualcirlo eccessivamente, che sia larga almeno quanto il vestito e almeno lunga la metà. Evita di piegarlo su se stesso, ma avvolgilo prima in una stoffa di cotone chiaro, in questo modo l’abito avrà modo di respirare evitando cattivi odori. Per non formare grinze, sistema le maniche (se ci sono) all’interno del corpetto e ripiega la gonna con attenzione finché non entra tutto nella scatola, facendo attenzione che non ci siano pieghe. Per evitare ulteriormente le grinze, metti della carta velina tra le pieghe e fallo anche intorno alle decorazioni dell’abito, in modo che non si incastrino tra loro.

Attenzione ai luoghi umidi

Una regola fondamentale è quella di evitare come la peste i luoghi umidi, come cantine e soffitte, per conservare l’abito. Basteranno pochi mesi per rovinarlo e ritrovarlo ingiallito e puzzolente di umidità, se non addirittura in balia della muffa.

Arieggia l’abito ogni tanto

Una volta conservato l’abito, che sia in armadio o in una scatola sotto al letto, fallo arieggiare almeno due volte l’anno. Inoltre, evita di usare naftalina o prodotti antitarme, soprattutto a stretto contatto con il vestito. Se proprio non puoi fare a meno, usa prodotti naturali come le stecche di cannella, i chiodi di garofano o l’alloro che allontanano gli insetti.