La Venere di Berenice

Blog- Wedding: tendenze e tradizioni

Blog - Wedding: tendenze e tradizioni

Perché la fede nuziale si porta all’anulare della mano sinistra?

Perché la fede nuziale si porta all’anulare della mano sinistra?

La fede nuziale ha origini antichissime: qual è il suo significato? E perché si porta all’anulare della mano sinistra? Scoprilo!

 

La fede nuziale è il simbolo della promessa di fedeltà che gli sposi si scambiano il giorno delle nozze: il suo significato ha origini antichissime, e le tradizioni e le credenze che ruotano intorno a questo oggetto si sono avvicendate nei secoli e nelle culture.

Una di queste riguarda il motivo per il quale la fede si indossa all’anulare della mano sinistra: te lo sei mai chiesto? Leggi l’articolo per scoprire la risposta a tutte le domande sulla fede nuziale!

 

Fede nuziale: storia e tradizioni

La tradizione di indossare la fede nuziale deriva dall’antica usanza di indossare degli anelli (anulus, che in latino significa “cerchio” e da cui deriva anche la parola “anulare”) per segnalare il proprio status sociale: sia gli antichi Egizi che gli antichi Romani usavano adornare le dita delle mani con anelli, che a seconda del materiale usato e del dito su cui erano indossati assumevano significati diversi come potere o sottomissione.

 

Il significato dell’anello nuziale

La fede nuziale è legata anche alla simbologia del cerchio, che rimanda alla chiusura di un contratto o di un legame: durante le cerimonie nuziali pagane, si usava tracciare un cerchio sulla terra attorno agli sposi, in segno di buon augurio. Quel cerchio sarebbe poi diventato, in epoca romana, l’“anulus probulus”, un anello di fidanzamento che prima gli uomini, poi anche le donne, indossavano come “vinculum” alla promessa di matrimonio.

 

La fede nuziale moderna

L’anello nuziale compare anche nelle tradizioni medioevali: la futura sposa intrecciava un suo capello a un anello di diamanti e lo teneva per 9 giorni sul cuore prima di donarlo al suo sposo in occasione delle nozze. L’usanza di indossare l’anello nel giorno delle nozze e di tenerlo al dito per tutta la vita risale al Seicento; nel Settecento si iniziò a diffondere anche l’usanza di incidere all’interno della fede nuziale i nomi degli sposi e la data delle nozze.

 

Perché le fedi sono d’oro?

Gli anelli degli antichi Egizi e degli antichi Romani erano molto raramente fatti d’oro: si preferiva realizzarli in ferro, o anche in argento. L’uso dell’oro come materiale per le fedi nuziali è dovuto a una tradizione cristiana: secondo il cristianesimo l’oro, materiale resistente che dura nel tempo, è simbolo di eternità, infatti veniva utilizzato anche per realizzare decorazioni e oggetti ecclesiastici.

 

Perché la fede si porta all’anulare sinistro?

La tradizione di indossare la fede all’anulare sinistro si fa risalire già agli antichi Egizi: è loro la convinzione secondo la quale dal quarto dito della mano passa una piccola arteria che conduce direttamente al cuore; anche i romani credevano nell’esistenza di questa “vena amoris”, considerata un via privilegiata verso i sentimenti.

Ma ci sono anche altre spiegazioni per questa usanza di indossare la fede nuziale all’anulare sinistro. Il senso pratico suggerisce che la fede venga indossata all’anulare della mano sinistra perché è quella che comunemente viene meno utilizzata: in questo modo si evita di rovinare l’anello sbrigando semplici faccende quotidiane… a meno che non siate mancini!

Secondo la tradizione cristiana, la fede si indossa all’anulare perché l’officiante, durante il rito nuziale, tocca le prime tre dita formulando la frase di benedizione “nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” e quindi infila l’anello al quarto dito.

 

La leggenda cinese della fede all’anulare sinistro

La leggenda più bella secondo noi però arriva dall’Oriente: secondo una antica tradizione cinese, ogni dito della mano rappresenta una figura della famiglia. I pollici sono i genitori, gli indici i fratelli, i due medi uniti rappresentano noi stessi, i mignoli sono i nostri figli… e gli anulari? Rappresentano noi e il nostro partner, colui o colei con la quale scegliamo di passare tutto il resto della vita.

La fede nuziale indossata all’anulare rappresenta quindi l’indissolubilità di questo legame, che è dimostrato anche da un esperimento: congiungi le dita delle mani e piega i medi verso l’interno, poi prova a staccare gli anulari… non ci riuscirai, perché, a differenza dei genitori, dei fratelli e dei figli, il tuo compagno o la tua compagna sono destinati a restare con te per tutto il resto della vita!

Non ci credi? Provaci!

 

 

La fede non viene indossata all’anulare della mano sinistra in tutte le culture: in Inghilterra ad esempio si usava indossare l’anello nuziale al pollice, mentre tuttora in alcuni paesi del Nord Europa e in certe regioni della Spagna, la fede nuziale viene portata all’anulare della mano destra.

 

Il galateo della fede nuziale

Il galateo prevede che le fedi nuziali siano pagate dallo sposo o dai testimoni degli sposi. Il compito di portarle all’altare, sistemate su un cuscino portafedi o su un vassoio d’argento, spetta a uno dei due testimoni oppure a uno dei paggetti o a una damigella. Le fedi inoltre non vanno acquistate insieme all’anello di fidanzamento, e non vanno messe al dito prima delle nozze: entrambi questi comportamenti portano sfortuna.

 

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social!