La Venere di Berenice

Blog- Wedding: tendenze e tradizioni

Blog - Wedding: tendenze e tradizioni

Matrimonio e superstizioni: quali sono le più famose

Matrimonio e superstizioni: quali sono le più famose

Anche le spose più moderne non possono fare a meno di cedere alla scaramanzia. Ecco quali sono le regole da seguire secondo il binomio matrimonio e superstizioni

 
Il matrimonio è pieno zeppo di credenze e superstizioni. Anche le spose più moderne, poi, non possono fare a meno di seguire le tradizioni tramandate dalla nonna e lasciarsi andare a gesti scaramantici al grido di: “Non è vero ma ci credo!
I tempi cambiano, ma matrimonio e superstizioni è un binomio ancora molto forte. Per assicurarsi che tutto vada per il meglio ognuno deve fare la sua parte, la sposa, lo sposo e i parenti, tutti coinvolti in piccoli gesti scaramantici che faranno sì che la cattiva sorte non sia invitata alle nozze.
Ecco quali sono le superstizioni e le credenze più famose per quanto riguarda il matrimonio!
 

Matrimonio e superstizioni: cosa devono fare gli sposi prima e durante le nozze?

Ci sono tradizioni e superstizioni che abbracciano ogni momento delle nozze: dal vestito, alle fedi, a piccoli gesti della sposa e dello sposo. Ecco quali sono le superstizioni che ogni coppia dovrebbe seguire il giorno delle proprie nozze.
  • L’abito da sposa: l’abito è l’oggetto che più è preso di mira dalla superstizione. Si dice, infatti, che l’abito non deve essere assolutamente confezionato dalla sposa stessa, altrimenti si aprono le porte alla sfortuna. La tradizione, poi, vuole che lo sposo non veda mai l’abito prima delle nozze e che anche la sposa non possa specchiarsi con indosso l’abito, se non prima togliendosi una scarpa, un orecchino o un guanto. 
  • Il velo: per una buona riuscita di un matrimonio, è di buon auspicio se il velo venga regalato da una sposa felice. 
  • Le fedi nuziali: le fedi non vanno mai indossati dagli sposi prima delle nozze, nemmeno per provarle. Inoltre, posta male comprare fedi e anello di fidanzamento contemporaneamente ed è molto importante che le fedi non cadano nel portarle all’altare. Se succede, a raccoglierle deve essere esclusivamente chi sta celebrando il rito. 
  • Le 5 cose che la sposa deve assolutamente indossare: questa usanza è risalente addirittura all’epoca vittoriana. Secondo questa credenza la sposa deve indossare qualcosa di nuovo che simboleggia la nuova vita che sta cominciando, qualcosa di vecchio che simboleggia il passato che viene con noi, come la famiglia, qualcosa di regalato a simboleggiare l’affetto dei cari, qualcosa di prestato e, infine, qualcosa di blu, colore che indica serenità e purezza. 
  • Mai vedersi il giorno prima: gli sposi non devono vedersi il giorno prima delle nozze, altrimenti si rischia di portarsi sfortuna da soli.
  • Chi fa il letto agli sposi: tradizione vuole che la sposa non tocchi mail il letto nuziale e che questo dovrà essere fatto da due donne nubili, mentre le donne più anziane controlleranno che tutto venga fatto bene. Ma sempre senza toccare il letto!
  • Mai cominciare con il piede sinistro: per buon auspicio, è tradizione che la sposa esca dalla sua casa familiare, verso la nuova vita che l’aspetta, sempre con il piede destro per primo. 
  • Non si torna sui propri passi: questo gesto scaramantico è dedicato allo sposo che, una volta uscito per andare verso la chiesa, non dovrà per nessun motivo tornare indietro. Anche se ha dimenticato qualcosa d’importante, sarà un’altra persona a rimediare tornando a casa al suo posto. 
  • I giorni giusti della settimana: un antico proverbio recita “Di Venere e di Marte, non si sposa e non si parte”. Martedì e venerdì, infatti, sono giorni sconsigliati sia per intraprendere un viaggio che per sposarsi. Il giorno di martedì, ad esempio, appartiene al dio Marte, dio della guerra, mentre venerdì è il giorno degli spiriti maligni. Un giorno perfetto per sposarsi è, però, il lunedì che, poiché dedicato alla Luna, porta buona salute e felicità alle spose. 
  • I confetti: i confetti del matrimonio devono essere rigorosamente di colore bianco e di numero cinque, come le cinque qualità che non devono mancare in un matrimonio: felicità, fertilità, ricchezza, salute e longevità.  La tradizione vuole che dopo il taglio della torta gli sposi girino tra i tavoli a distribuire i confetti. 
  • Una spiga di grano: in alcune regioni è buon augurio che il marito regali alla sposa una spiga di grano, simbolo di fertilità.
  • Un rametto di ulivo: la sposa, invece, regalerà alla suocera un rametto d’ulivo in segno di pace, dopo il lancio del bouquet. 
  • L’uscio di casa: pare che se una sposa entri nella sua nuova casa inciampando o cadendo sia di cattivo augurio, poiché gli spiriti maligni le hanno fatto lo sgambetto. Per evitare la possibilità che succeda, il marito prende in braccio la sposa per varcare l’uscio. Un gesto sia scaramantico che infinitamente romantico. 
 
Clicca qui per scoprire i nostri abiti da sposa!
Pronta a provare i nostri abiti da sposa? PRENOTA un appuntamento presso i nostri punti vendita!